Minori allontanati dalle famiglie e affido dei bambini: come difendere i propri figli - Webinar gratuito 10/06/2020

 Il tema da trattare è decisamente inquietante essendo innaturale immaginare l’allontanamento di un minore causato proprio da un possibile errore posto in essere da esperti che al contrario, dovrebbero essere deputati a preservare e/o garantire l’equilibrio psicofisico dei nostri figli.

Non esiste un modus operandi infallibile né “la” soluzione come panacea a tutti i risvolti problematici, tuttavia è possibile giungere ad una condivisione d’intenti improntata all’ascolto delle famiglie e dei minori che siano in età compatibile con tale pratica, evitando abusi e soprusi.

Non è concepibile che l’80% dei minori tolti alle famiglie rappresenti l’epilogo di un procedimento basato su una dichiarazione tanto generica quanto inconferente d’ ”inidoneità familiare”.

E’ vero invece che 1 minore su 5 circa, in rari casi viene tolto ad una famiglia perché maltrattato, o vittima di abusi sessuali o perché in pericolo di vita, molte più volte invece subisce le conseguenze di una dichiarazione d’inidoneità assolutamente inverosimile e talvolta dolosamente predisposta ed in violazione dell’art.1 della L. 149/2001 che segnatamente recita:” Il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia.

Ci troviamo troppo spesso a gestire un «meccanismo perverso», oramai divenuto un ignobile business che ha ad oggetto il facile affidamento di decine di migliaia di minori attraverso proprio la macchina della giustizia, e a seguito del quale ha trovato diffusione il triste fenomeno di quello che alcuni hanno definito l’«internamento» negli istituti e nelle comunità gestiti e governati dai servizi sociali.

Per l'iscrizione al webinar completo clicca qui

Condividi su Facebook