Minori allontanati dalle famiglie e affido dei bambini: come difendere i propri figli - Webinar gratuito 10/06/2020

L'affidamento a terzi o ai servizi si basa sulle indicazioni dei consulenti e l’allontanamento del minore dal nucleo familiare può essere disposto dal giudice in base agli artt. 330 e 333 c.c., solo dopo aver accertato un danno, nel caso quindi di condotte parentali che possano mettere a rischio il benessere del minore, come maltrattamenti e abusi, trascuratezza fisica e malnutrizione, decesso dei genitori, quando il minore è moralmente o materialmente abbandonato.

Ci sono casi però in cui l'allontamanento dei minori dal nucleo famigliare è dovuto ad errori nel processo di valutazione da parte di psicologi, psichiatri e assistenti sociali con inadeguata formazione o scarsa competenza in ambito minorile o famigliare.

E' diritto del minore crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia, così come indicato nell'art. 1 della legge 149/2001; la sottrazione del minore alla propria famiglia non deve essere la regola, i figli hanno il diritto di rimanere in famiglia se non sono presenti le situazioni di degrado o maltrattamento di cui sopra.

L'allontanamento che si basa su criteri che infrangono i diritti umani, possono portare a conseguenze estremamente dannose per il benessere del bambino, fino ad arrivare a veri e propri traumi.

Il bambino allontanato dalla propria famiglia perde i punti di riferimento e la stabilità e le conseguenze possono portare a difficoltà a strutturare una propria identità personale e, in diversi casi, relazionale solida e definita.

L'ascolto del minore deve essere condotto da professionisti competenti ed esperti, attenti a non manipolare, suggestionare o indurre le risposte del fanciullo, per tale motivo devono essere seguite le linee guida nazionali relative all'ascolto del minore testimone e la carta di Noto ed è auspicabile massima cautela nella previsione di allontanamenti dei minori dalla famiglia d’origine.

Nel momento in cui si decide per l'allontanamento dal nucleo famigliare, la scelta dovrebbe essere stata effettuata dopo un'attenta, precisa e puntuale valutazione del nucleo, delle dinamiche familiari, delle competenze e inidoneità genitoriale, sempre in funzione del best interest of child.


Per l'iscrizione al webinar completo clicca qui 

Condividi su Facebook