"Sono innocente"

L'associazione si congratula con uno dei suoi soci dichiarato INNOCENTE dal Tribunale di Bergamo per i fatti denunciati dalla ex moglie mentre era in corso la separazione giudiziale tra di loro.

Durante la separazione infatti l'uomo, papà di due figlie, veniva accusato dalla moglie di stalking per le telefonate che egli era costretto a farle per poter parlare con le sue bambine. Forse perchè male consigliata e adirata per un assegno di mantenimento non adeguato, la donna, successivamente, denunciava il marito anche per aggressione. Dopo tante difficoltà, sacrifici e soprusi che non gli consentivano di frequentare le sue figlie con regolarità, il nostro socio veniva assolto in primo grado dalla prima accusa nel 2016 e, qualche giorno fa, anche dalla seconda denuncia dai giudici del Tribunale penale di Bergamo perchè "il fatto non sussiste".

L'ultima assoluzione segue di pochi mesi la sentenza definitiva della separazione e solleva il nostro socio da tutte le accuse "infamanti" che l'hanno costretto, durante questi anni, a tante traversie, preoccupazioni e grandi sacrifici economici. " All'uscita di scuola delle mie figlie, avevo l’impressione  che gli insegnanti e gli  altri genitori mi vedessero come un delinquente!" mi raccontava spesso.. "Per amore dei figli , però, si è disposti a tutto!"

Una storia finita bene e, purtroppo, non isolata! Tante separazioni infatti, sono ancora oggi, "stranamente" associate a false denunce della controparte (quasi il 90% sono false!) nonostante il monito di molte Procure della Repubblica d’Italia ,compresa quella di Bergamo nel 2012.

L'associazione si congratula anche con i giudici della Procura di Bergamo che hanno dimostrato attenzione e cura nell’espletamento del loro incarico.

Condividi su Facebook